Premesso che
– La piazza della Stazione di Arezzo necessita di una rilevante riqualificazione connessa a tutta l’area dell’ ex Scalo merci adesso che è stato dismesso il deposito container e sono cessati i contratti che legano il gruppo RFI alla società Messina Spa;
– Già la precedente amministrazione aveva raggiunto un’ intesa con la società Sistemi Urbani del gruppo RFI per dar luogo a una progettazione complessiva
dell’area;
– Che nell’immediato si evidenzia la necessità di liberare Piazza della Stazione dall’ingorgo di auto, dalla sosta selvaggia che si verifica in particolare in certe ore del giorno con una situazione che si presenta indecorosa per cittadini e turisti e poco sicura per i pedoni costretti a muoversi tra le auto in sosta anche nelle striscie pedonali;
– Che è stato raggiunto alla fine del 2014 un accordo tra la precedente Amministrazione e la società Metropark, sempre del gruppo RFI, quale soggetto gestore del parcheggio adiacente piazza della stazione, al fine di favorire la pedonalizzazione della piazza;
– La società Metropark ha delimitato con sbarre il parcheggio, ma si è assunta l’impegno di lasciare dei posti gratuiti riservati vicini alla piazza per l’accompagnamento dei viaggiatori, e la gratuità dei primi venti minuti in qualsiasi posto del parcheggio, al fine di favorire la pedonalizzazione della
piazza. Dovevano essere a carico di Metropark gli oneri relativi alla sistemazione (e ampliamento) del marciapiede che collega il parcheggio al fabbricato di Stazione;
Considerato che
Era stato predisposto dall’Ufficio Traffico un progetto di sistemazione immediata della piazza, con la sua pedonalizzazione, con aree destinate ai taxi, bici, motocicli e disabili, nonché la sistemazione e delimitazione delle aree con elementi di arredo urbano, progetto condiviso con la Fiab, particolarmente attenta a sviluppare la mobilità sostenibile nella città.
La società Metropark non ha ancora provveduto a sistemare il marciapiede e l’area di collegamento tra la piazza e il parcheggio, intervento rispetto al quale non risulta essere più stata sollecitata dall’insediamento della nuova amministrazione.
Si chiede
all’Assessore ai Lavori Pubblici che è anche Assessore alla Mobilità se intende procedere ad un intervento a breve per la pedonalizzazione della piazza, con il
progetto predisposto dall’Ufficio Traffico, restituendo decoro e sicurezza all’area o se intende aspettare un progetto complessivo sull’area che comporta tempi ben più lunghi, procedure complesse e risorse significative, lasciando ancora per qualche anno la situazione di piazza della stazione nel caos che la caratterizza.

GRUPPO CONSILIARE AREZZO IN COMUNE
Il Consigliere Comunale
Francesco Romizi

Similar Posts

Comments are closed.